I COLORI DELLA SPIRITUALITA’: pubblicata la conferenza del prof. TONI TONIATO

 31 total views

I VALORI DELL’ARTE PLASTICA, pubblicata la conferenza del prof. TONI TONIATO

Tenutasi Mercoledi 6 aprile 2022, presso Palazzo Corner Mocenigo di San Polo in Venezia – sede della Guardia di Finanza, Venezia, la terza conferenza a corredo della mostra INTRECCI D’ARTE E D’AFFETTI – Luigina de Grandis e Mario Marabini, Valeria Rambelli e Ottone Marabini: il prof. Toni Toniato ha esplorato lo scultore Mario Marabini in rapporto con gli artisti a lui contemporanei.

Nel sito dedicato allo scultore Mario Marabini è ora disponibile la trascrizione della conferenza: www.mariomarabini.it/critica/#TONITONIATO

 28 total views

INTRECCI D’ARTE E D’AFFETTI: INAUGURAZIONE

Si è inaugurata il giorno 9 marzo 2022, presso Palazzo Corner Mocenigo di Venezia, sede del Comando Regionale Veneto della Guardia di Finanza, la mostra “Intrecci d’Arte e d’Affetti – Luigina De Grandis e Mario Marabini, Valeria Rambelli e  Ottone Marabini“.

La grande mostra è promossa dall’Archivio De Grandis Marabini, Venezia con il Comando Regionale Veneto della Guardia di Finanza.

Leggi tutto “INTRECCI D’ARTE E D’AFFETTI: INAUGURAZIONE”

 68 total views

COLORE E CONTESTO – LUIGINA DE GRANDIS: conferenza prof. OSVALDO DA POS a latere della mostra INTRECCI D’ARTE E D’AFFETTI

La conferenza – dal titolo COLORE E CONTESTO, sarà tenuta dal noto docente di psicologia della percezione dell’Università di Padova OSVALDO DA POS, e verterà, tra l’altro, sulla figura dell’artista LUIGINA DE GRANDIS

Ingresso libero previa prenotazione con mail a
info@archiviodegrandismarabini.it

 38 total views

GAZZETTINO – INTRECCI D’ARTE E D’AFFETTI

Pubblichiamo l’articolo della giornalista Francesca Catalano diffuso in occasione della Mostra organizzata a Palazzo Corner Mocenigo di Venezia, sede del Comando Regionale Veneto della Guardia di Finanza.  La mostra, organizzata dall’Archivio De Grandis Marabini in collaborazione con la Guardia di Finanza, sarà aperta al pubblico fino al 25 aprile 2022.  Venezia, città d’arte, non può essere tale senza i suoi artisti, i quali, soprattutto quelli del passato, devono continuare a vivere non soltanto nella memoria, ma anche attraverso iniziative prettamente contemporanee quali le attività dell’archivio, delle esposizioni, della ricerca che coinvolgano non solo studiosi, ma anche e soprattutto le nuove generazioni, gli studenti e gli artisti del futuro affinché, attraverso lo studio della poetica di queste grandi personalità, possano a loro volta creare la loro unicità espressiva.

Gazzettino – 10 marzo 2022

 59 total views